Cara figlia mia,

probabilmente leggerai questo articolo quando sarai grande e comunque saranno trascorsi tra molti anni ma mi piace il pensiero di lasciarti questo messaggio nella bottiglia.

Dieci anni fa ho conosciuto tua madre e da dieci anni condivido con lei la mia vita. E non voglio propinarti la solita storiella del “siamo fatti l’una per l’altro” o quella della “metà della mela”, vorrei che tu sapessi come mi sono innamorato di Lei.

Tua madre ha rovesciato tutti gli stereotipi e mi ha fatto scoprire una nuova vita. Non essendo Brad Pitt, per conquistare una donna avevo sempre puntato sulla simpatia. Lo sanno tutti, per conquistare una donna devi farla ridere. Ma tua madre è sempre stata più simpatica di me, era lei a farmi ridere… e quando eravamo insieme in mezzo ad altra gente, sembravamo un duo comico collaudato. Mi sono innamorato della sua risata.

Molte persone in passato hanno cercato di cambiarmi o di “aggiustarmi”. Tua madre invece mi ha sempre accettato per quello che sono, non ha mai cercato di cambiarmi o di dissuadermi dalle mie idee. Anzi, mi ha sempre sostenuto anche quando non ha ritenuto di condividere la stessa idea. E non mi ha mai giudicato. Ti assicuro che convivere con un naturista-vegetariano non è una passeggiata. Mi sono innamorato della sua anima accogliente.

Mai sentito parlare del “sesso debole”? Ecco, tua madre ha spazzato via questo termine medioevale. Tua madre è una guerriera, lotta ogni giorno con tutte le sue forze e non si risparmia mai. Lotta per se stessa e lotta per te, affinchè anche tu possa avere un futuro senza più “sesso debole”. Non molla mai, in ogni occasione lotta… che sia sul lavoro, durante una cena, in un negozio, nello sport… non molla mai. Mi sono innamorato della sua forza.

In questi dieci anni ho avuto momenti di sconforto, momenti di rabbia o di profonda tristezza, momenti di paura. Tua madre ha sempre saputo spronarmi per reagire. Una pacca sul sedere data al momento giusto vale più di mille “Ti Amo”. Mi sono innamorato della sua bontà d’animo.

Tua madre è un’eterna ragazzina. Al tacco 12 preferisce le scarpe da ginnastica. Ogni volta che andiamo al mare si fa la treccina colorata. Le piacciono le macchine sportive, scomode e che fanno tanto rumore. Le piace ballare con la musica a tutto volume, anche da sola in casa. Adora i cartoni animati e il cinema all’aperto. Ai colori tenui preferisce un bel fucsia sparato, anche come colore dei capelli. Mi sono innamorato della ragazzina che è in lei.

All’inizio le regalavo spesso dei fiori. All’epoca vivevo a Milano e vicino a casa mia c’era un piccolo baracchino che vendeva fiori. Quando sapevo che sarebbe arrivata tua madre per passare la serata con me, mi fermavo sempre a farmi confezionare un mazzo di fiori. Non ha mai voluto darlo a vedere, ma è sempre stata molto romantica. Le piacciono i fiori, le canzoni dedicate, fermarsi a guardare le stelle. Pensa che mi ha regalato una fotografia della posizione delle stelle nel giorno esatto in cui ci siamo incontrati per la prima volta. E tutto questo lo nasconde dietro un’armatura dura e ruvida che indossa ogni giorno. Mi sono innamorato della sua tenerezza.

Tua madre è un’artista. Ama l’arte, tutta. La vedrai armeggiare con colori, tele, pezzi di legno e di ferro. Osservala mentre è impegnata in qualche nuova sperimentazione. Ti porterà sicuramente alle mostre e ti insegnerà ad apprezzare il lavoro degli artisti. Io di arte ne ho sempre capito molto poco, ma mi è sempre piaciuto osservarla mentre si muoveva nel percorso di una mostra, completamente immersa. Io corro tra un’opera e l’altra verso l’uscita seguendo il percorso prestabilito… lei “nuota” lasciandosi trasportare e senza mai staccare lo sguardo da quelle opere. E lei è capace di mettere l’arte anche nella vita di ogni giorno. Io mi sono innamorato anche di questo.

Tua madre è la migliore mamma che ti potesse capitare. Sempre attenta, presente. Dispensatrice instancabile di giochi e di coccole. Programmatrice notturna di ogni aspetto della tua vita diurna. Una guerriera che non riposa mai, pronta a difenderti da ogni minaccia. Un bellissimo vaso stracolmo di amore dai cui puoi attingere senza paura di esaurirlo.    

Ti auguro di incontrare nella tua vita una persona così “piena” come la tua mamma e ti auguro che questa persona possa riempire le tue giornate. Una persona che ti accolga per come sei e che ti rispetti per quello che sei. Che non ti ponga mai limiti e che ti aiuti a superarli. Una persona che ti faccia vedere la vita a colori.

Ah… dimenticavo: lo sai qual’è stato il primo regalo che ho fatto a tua madre per conquistarla? Una ciambella zuccherata…. Sì lo so che in tutti questi anni ti abbiamo detto che lo zucchero fa male! Era solo per dirti che in questa vita non esistono regole “assolute”… non esiste nulla di “assoluto”… la vita è una variabile che costruiamo giorno per giorno, meglio ancora con una persona come la tua mamma.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...