I numeri non sono mai stati miei amici, né fidi alleati. Ho fatto un percorso di studi ad indirizzo umanistico per cui l’analisi matematica con le sue funzioni, derivate, per non parlare degli integrali, risulta materia a me oscura. Ecco perché non sono mai stato bravo, né mi sono mai cimentato in una gestione “ragionata” del mio budget personale. Ho sempre speso senza ma preoccuparmi di capire qual’era il mio reale potere di spesa. E sino a quando il bancomat non viene brutalmente sputato dal POS, allora direi che ci si possa anche non porre il problema. Ma quando l’impiegata della posta dove sei andato a pagare le bollette o la commessa del supermercato ti restituisce la tesserina magnetica dicendoti “mi spiace, transazione negata”, allora è il caso di esclamare “Huston, we’ve had a problem here”. E allora come fare?

Non ci penso proprio ad iscrivermi ad un corso serale di ingegneria gestionale!! E la raccolta degli scontrini per poi fare la somma a fine mese non funziona (sarà perché alla fine della settimana tutti gli scontrini finiscono per essere appallottolati e gettati nel camino??).

Ho sentito parlare di Kakebo, il metodo giapponese per risparmiare: una sorta di agenda su cui annotare tutte le spese ed i risparmi. È un’idea molto romantica. Mi ci vedo. Io che arrivo a casa dal lavoro, mi cambio e indosso un bel kimono, ciabattine di legno e calzini monodito bianchi, prendo un’agenda rigorosamente di bamboo e, mentre sorseggio una tazza fumante di tè nero,  inizio ad annotare (imprecando come un vero giapponese) tutte le spese fatte nella giornata. Ma dai…

kimono

Mi sono limitato a scaricare dal web un foglio di excel denominato “budget familiare” e a compilare i campi… e mi si è aperto un mondo.

Questo foglio è molto semplice, si compone di due parti: “entrate”e “uscite”. Ogni parte ha poi più sottocampi. Le entrare indicano: stipendi (ok ce l’ho), guadagni da interessi (eh?? Ma da quando??), dividendi (see vabbè), risarcimenti (forse qualche truffa assicurativa sarebbe il caso di metterla in atto), business (ma mi prendi in giro?), pensioni (ma se non so nemmeno se prenderò mai quella di vecchiaia), fondi di emergenza (ma io vivo già in emergenza!!), trasferimento su conto di risparmio (ad avercelo un altro conto), pensione integrativa (aridajèèèèè), investimenti (uhm, c’è mancato poco che investiti una lepre l’altra sera, vale?) e infine il generico “altro”. Bene, direi che posso compilare un solo sottocampo.

Ma attenzione, ecco le uscite: mutuo/affitto (cèlo), assicurazione casa (cèlo), elettricità (cèlo), riscaldamento (cèlo), acqua/rifiuti (cèlo), telefono (cèlo), internet (cèlo), generi alimentari (cèlo), cene fuori (cèlo), abbigliamento (cèlo), pulizie (cèlo)… vi sto annoiando? No perché c’è ancora tutto il reparto trasporti, istruzione e vacanze…

Una sola entrata, mille uscite. Questo foglio mi permette di vedere e toccare con mano come il mio stipendio venga polverizzato periodicamente da tutte le spese che prima, nel tourbillon quotidiano, mi “limitavo” a pagare senza mai fermarmi ad analizzare attentamente.

Superata la prima mezzora di mutismo incredulo, passata anche la fase di pianto inconsolabile, mi sono riseduto davanti al pc con lo scopo di capire come poter intervenire sulle spese per potermi garantire il rispetto della cassiera del supermercato e dell’impiegata delle poste. Al di là delle battute, se voglio davvero realizzare il mio progetto, se voglio davvero cambiare vita devo prima di tutto imparare a vivere in maniera consapevole.

risparmiare

In effetti, a pensarci bene, basterebbe solo prestare un po’ più di attenzione ai consumi e agli sprechi.  E allora forza!! Occhi aperti e… portafogli blindato!!

risparmiare-acqua-casa-giardino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...